Così come le tapparelle classiche hanno bisogno di una buona manutenzione per durare più a lungo, la versione elettrica non è da meno. D’altronde, affinché un oscurante possa assolvere a meglio le sue funzioni (proteggere la casa dai fattori climatici esterni, regolare la quantità di luce naturale e garantire sicurezza contro le effrazioni), dev’essere tenuto in buone condizioni.

Dato che esistono diverse tipologie di tapparelle che funzionano in base a meccanismi diversi, la modalità di manutenzione non è la stessa. In ogni caso, occorre ricordare che, a prescindere dal tipo di tapparella, la caratteristica da considerare prima di metterci mano è il materiale del quale è costituita (metallo, PVC, o legno).

Solo dopo aver fatto questa valutazione, si può procedere con la manutenzione che è principalmente pensata per ritardare l’usura dell’infisso e pulirlo dalla sporcizia che, a lungo andare, può complicarne il normale utilizzo.

Se l’utente dovesse trascurare la cura delle tapparelle elettriche, quella che dovrebbe essere un’esperienza confortevole rischierebbe di diventare un vero e proprio incubo. Infatti, una tapparella malfunzionante è fonte di stress e malumore. Inoltre, verrebbe meno anche la privacy all’interno della casa.

La manutenzione della tapparella elettrica contro l’usura

La tapparella elettrica, a lungo andare, può essere soggetta a problemi legati all’usura dato che alcuni elementi dell’infisso possono smettere di funzionare in maniera ottimale. Infatti, questo è un componente della casa sottoposto ad un uso frequente e costante nel tempo dato che la necessità di sollevarlo ed abbassarlo è quotidiana.

Gli elementi della tapparella elettrica che soffrono maggiormente sono le stecche che formano la struttura avvolgibile. Nel momento in cui queste iniziano ad usurarsi, l’oscurante potrebbe bloccarsi oppure la salita e discesa dello stesso poterebbe avvenire in maniera irregolare, a scatti.

Di conseguenza, una prima azione preventiva contro l’usura è verificare le condizioni delle stecche che, in certi casi, possono dare delle noie a causa di sporcizia, polvere o detriti vari. Quando le stecche sono effettivamente usurate, occorre procedere con la sostituzione di quelle rovinate.

Per fare quest’operazione è sufficiente abbassare la tapparella completamente, rimuovere le stecche usurate e sostituirle con quelle nuove che devono essere, ovviamente, della stessa misura delle precedenti. Le guide, posizionate all’interno del cassone, sono un altro componente della tapparella spesso esposto ad usura.

La loro sostituzione avviene secondo la stessa modalità di sostituzione delle stecche. Anche in questo, è importante verificare che le guide siano effettivamente da cambiare e che il loro malfunzionamento non sia legato a problemi quali sporcizia e detriti.

Un’altra componente della tapparella elettrica che dopo un certo lasso di tempo dovrebbe essere sostituta è la cinghia. In questo caso, è probabile che anche l’aspetto estetico giochi un ruolo determinante perché la cinghia tende a sfilacciarsi e quindi risultare sgradevole.

Sostituirla non è complesso dato che è sufficiente avvolgere la tapparella in maniera completa, bloccare la ruota dove si avvolge la cinghia in modo tale da sciogliere il nodo che la lega alla struttura. Infine, si dovrà sfilare la cinghia vecchia e rimpiazzarla con una nuova.

La manutenzione della tapparella elettrica contro la sporcizia

In base al materiale della tapparella si sceglie il detergente adatto. La regola di base è quella di iniziare con la rimozione della polvere accumulatasi nella superficie dei listelli. Il pennello è lo strumento migliore per svolgere quest’operazione al meglio che poi dovrà essere ripetuta anche nella parte interna.

Se fosse difficile pulirla, occorrerà rimuovere il coperchio del cassone ed eseguire la pulizia dall’interno. Una volta accumulata la polvere, sporcizia e detriti vari, un bel colpo di aspirapolvere farà il resto. Per completare la pulizia, è consigliabile utilizzare un panno umido aggiungendo il tipo di detergente più adatto al materiale costitutivo della tapparella. Occorrerà infine asciugare l’acqua in eccesso con l’ausilio di un panno in microfibra.

Cosa controllare periodicamente

I controlli da fare periodicamente sulla tapparella elettrica sono diversi. Le stecche e le guide laterali rientrano tra i componenti da tenere sotto controllo con maggior frequenza dato che sono più soggetti ad usura. È utile verificare che le guide laterali siano sgombre e pulite mentre le stecche siano in ottimo stato.

Occorre accertarsi che siano parallele mentre scendono e che non si inclinino da un lato. Anche la cinghia deve essere in buono stato garantendo un corretto funzionamento della tapparella elettrica. È importante dare un’occhiata periodica all’interno del cassone per assicurarsi che non ci siano detriti, polvere o segni di deterioramento della struttura.

Come lubrificare le tapparelle elettriche

La lubrificazione delle tapparelle elettriche fa parte della manutenzione e dovrebbe eseguirsi almeno una volta all’anno in modo da garantire un corretto scorrimento delle guide. È importante ricorrere alla lubrificazione soprattutto quando il sollevamento della tapparella avviene in maniera difficoltosa.

In questo caso occorre lubrificare le guide di scorrimento laterali. Ci sono diversi prodotti che si possono utilizzare per fare quest’operazione ed i migliori sono quelli che lasciano uno strato lubrificante secco all’interno delle guide, tenendo lontani polvere e sporco.

È buona regola lubrificare la serranda elettrica subito dopo la rimozione di polvere e detriti in modo tale che la patina lasciata dal prodotto utilizzato poggia su una superficie pulita. In caso contrario, il lubrificante avrebbe poca presa su una superficie sporca e quindi il suo utilizzo risulterebbe vano.

La manutenzione della tapparella elettrica dovrebbe avvenire con una frequenza di almeno due mesi per evitare che, soprattutto stecche e guide, inizino a dare problemi. Meno frequenti (all’incirca ogni due anni) saranno i controlli all’interno del cassone ma, non per questo, trascurabili.

Prendendo questi piccoli accorgimenti le tapparelle dureranno più a lungo e adempieranno alla loro funzione: la casa risulterà ben coibentata, illuminata a seconda della necessità e meno esposta a tentativi di effrazione da parte di malintenzionati.

Suggerimenti:
Sonoff Tapparelle: Che cos’è, Come funziona
Sonoff Tapparelle

Cos’è un interruttore Sonoff? Perché utilizzarle l’interruttore Sonoff per le tapparelle Come funziona Sonoff per le tapparelle Come accoppiare un Read more

Tapparelle Blindate: Cosa sono, Tipi e Costi
Tapparelle blindate

Che cosa e una tapparella blindata Tipi di tapparelle blindate I costi delle tapparelle blindate In che situazioni sono raccomandate Read more

Tapparelle Elettriche WiFi (domotica a casa nostra)
Tapparelle elettriche wifi

Che cos’è una tapparella smart Come comandare una tapparella Wi-Fi con Google e Alexa Come comandare una tapparella tramite wifi Read more

Call Now ButtonChiama: 3492866321